martedì 5 gennaio 2010

Chi ben comincia....


A quanto pare il Capodanno 2010 trasmesso in diretta RAI da Rimini è stato un successone. E pensare che soltanto poche ore prima, con la pioggia battente che allagava le strade, si paventava il disastro. Nelle immagini Piazzale Fellini si presentava come una distesa di ombrelli aperti, lucidi e colorati, che impediva a chiunque là in mezzo di seguire quello che accadeva sul palco. Anche chi si esibiva deve aver trovato tutto molto strano. Anche perchè, diciamo la verità, se più di quarant'anni fa avessero detto a Little Tony o Massimo Ranieri che al Capodanno 2010 sarebbero stati ancora sulla piazza (in senso lato e non), vi avrebbero riso in faccia.
Ad ogni modo, c'erano tante persone, transennate a dovere in modo che non potessero evadere dal recinto. Le cifre dell'audience sono state ancor più sorprendenti anche se il "picco" si riferisce soltanto a quei pochi minuti del brindisi di mezzanotte. Le reazioni del giorno dopo viravano all'entusiastico. Gli artisti sono stati definiti "eroi" per aver cantato e ballato sotto la pioggia (come sono lontani i tempi di Fred Astaire!) e dalla Provincia hanno già messo le mani avanti: guai a chi tocca il Capodanno RAI! Il dibattito resta comunque aperto.

La pioggia ha bagnato le polveri dei botti e invitato ad una maggiore prudenza sulle strade. Forse ha scoraggiato anche le pattuglie ad insistere in lunghi appostamenti. Comunque sia, il bollettino di feriti, incidenti, ritiri di patente (e di auto), nonchè di cani e gatti fuggiti perchè spaventati dalle deflagrazioni è stato più scarno del solito.
Basta tutto questo per prevedere un anno fortunato per la Riviera? Ovviamente no ma le previsioni sono divertenti, non costano nulla e, soprattutto, quasi nessuno le ricorda.

3 commenti:

  1. E' ora di dare una lucidatina che tra un po' rincomincia la stagione!!!

    RispondiElimina
  2. Non avrai abbandonato questo bellissimo passatempo?
    Buona Pasquetta.

    RispondiElimina
  3. Uèèè, da qui ci passo solo io???

    RispondiElimina